CON QUALE MACCHINA FOTOGRAFICA INIZIARE?




L’importante non è la fotocamera, ma l’occhio. (Alfred Eisenstaedt)

Con quale macchina fotografica iniziare?


Questa è la domanda che si pongono tutte le persone che vogliono avvicinarsi al mondo fotografico. È una domanda che ci fa entrare nel caos più totale, a essere indecisi fino a un momento prima dell’acquisto. Questo perché il mercato fotografico è pieno di vari modelli che vanno dai top di gamma con tantissime funzioni e nuove tecnologie alle entry level, macchine fotografiche più economiche ma ottime per iniziare.

La scelta della macchina fotografica specialmente se è la prima in assoluto non è per niente facile.

Sarà lei successivamente a farci innamorare veramente della fotografia. Sì perché una macchina fotografica sbagliata per noi ci porterà ad accantonare questa passione.


Perciò sei da poco appassionato di fotografia o magari lo sei sempre stato e vuoi iniziare a fare sul serio? Continua a leggere e avrai le idee più chiare.


L’errore che fanno molti è cercare subito il meglio del meglio senza fissare un budget e soprattutto senza capire che non si può partire da professionisti del mestiere.

Per questo consiglio sempre di prendere una reflex entry level o una mirrolless per vari motivi che ora ti elencherò:


- Non sappiamo se sarà ciò che faremo per sempre e magari diventerà anche un lavoro oppure rimarrà una delle sfuggevoli passioni che vengono di tanto in tanto ma che andrà a perdere di entusiasmo di giorno in giorno.

- Non è la macchina fotografica a fare belle fotografie ma il fotografo!


Quest’ultimo è un concetto fondamentale da capire. Non serve spendere tantissimi soldi per fare belle fotografie, l’attrezzatura è solo un oggetto che rende possibile l’immagine che noi abbiamo nella nostra mente. Siamo noi a comandare la fotocamera non il contrario.


Una foto non si scatta, si crea. (Ansel Adams)

Ma che differenza c’è tra una reflex e una mirrorless?




Una reflex è composta da uno specchio che ha un’angolazione di 45° e riflette la luce proveniente dall’obiettivo verso il mirino (da qui il nome reflex). La luce entra nell’obiettivo, rimbalza sullo specchio riflettendosi in un pentaprisma e ti permette di vedere l’immagine dritta all’interno del mirino ottico. Quando scatti, lo specchio si alza liberando l’area davanti al sensore e facendo entrare la luce che impressionerà quest’ultimo.


Presenta un otturatore posizionato tra lo specchio ed il sensore, è una sorta di “tappo” che non fa entrare la luce nella fotocamera. Si tratta di un sistema di lamelle metalliche, oppure di tendine, regolate meccanicamente o elettronicamente, attivate dal pulsante di scatto. L’otturatore determina per quanto tempo la luce dovrà colpire il sensore; quindi il tempo di esposizione è direttamente legato all’otturatore. Nel momento in cui scatti, l’otturatore si apre e contemporaneamente lo specchio si alza, facendo entrare la luce che passa dall’obiettivo e quindi dal diaframma e va ad imprimersi sul sensore.


Il sistema mirrorless presente invece solo l’otturatore senza lo specchio, perciò

la luce entra attraverso l’obiettivo e arriva direttamente al sensore nel momento

in cui si scatta.


Perché dovresti acquistare una reflex piuttosto che una mirrorless o viceversa?


La scelta della fotocamera è data anche da una serie di fattori personali.

Devi capire che tipo di fotografia vorresti fare (sportiva, paesaggistica, notturna, reportage ecc)

Ci sono macchine e obiettivi adatti per ogni tipo di fotografia, così inizierai subito con una marcia in più!


La domanda che ruota in tutto ciò è; cosa è indispensabile per me?


- Hai bisogno dello schermo orientabile? Se la tua intenzione fosse di fare degli autoscatti o dei video riprendendo te stesso lo schermo orientabile a 180 gradi può essere molto comodo.

- Vorresti il WI-FI integrato per inviare subito al tuo smartphone le fotografie e pubblicarle sui social?


Ovviamente se la tua necessità fosse solo di avere il WI-FI e lo schermo orientabile per pubblicare online i tuoi scatti non ti consiglio di comprare una macchina fotografica ma scattare con uno smartphone.

Al giorno d’oggi infatti gli smartphone hanno una qualità molto elevata e spesso la differenza di qualità sui social non si riesce a percepire.

Certo non può sostituire una macchina fotografica ma può sostituirla nell’utilizzo comune, come per esempio scatti ricordo, viaggi e appunto social network. Molti influencer infatti lavorano solo con lo smartphone senza aver bisogno di un qualcosa in più.

Perché? Perché lo smartphone è piccolo, leggere e tascabile, infatti, lo si ha sempre a portata di mano e come abbiamo già detto hanno prestazioni ottime.

La fotocamera puoi dimenticarla il cellulare no.


Se volessi fare fotografia seriamente ti consiglio di guardare i tuoi scatti a casa davanti un computer e poi passare alla fase di post-produzione con i software adeguati come Photoshop o Lightroom. E ovviamente scattare con una macchina fotografica!

Attenzione! Perché una buona fotografia può essere rovinata da una pessima post-produzione.

La fase di post è altrettanto importante quanto la fase di composizione e scatto.

Ma questo argomento lo approfondiremo in un articolo dedicato.


Ora però andiamo subito al dunque.


Con quale macchina fotografica iniziare?


Di seguito vi elenco alcune reflex entry level ottime per iniziare a fare fotografia.

Il prezzo e tutte le caratteristiche tecniche puoi trovarli cliccando sul nome della fotocamera.




Canon 2000D


  • Sensore Canon CMOS APS-C Circa 24.1 megapixel 100 - 6400 + H: 12800.

  • Sistema AF a 9 punti 1 punto centrale a croce AF disponibile in modalità LiveView tramite AF a rilevamento del contrasto.

  • Wi-Fi integrato con Dynamic NFC.

  • Full HD (1080p, 30 fps) Con controllo manuale completo.


Nikon D3500


  • Sensore in formato DX da 24.2 megapixel.

  • Nikon SnapBridge: connessione sempre attiva con il proprio dispositivo smart.

  • FULL HD (1920x1080).

  • Sistema AF a 11 punti di messa a fuoco.


Alcune mirrorless:




Sony Alpha 6000


  • Fotocamera digitale Mirrorless Sony con sensore APS-C CMOR Exmor 24.3 megapixel.

  • Mirino OLED Tru-Finder ad alta risoluzione.

  • Flash integrato, display 3" LCD inclinabile 180°.


Fujifilm X-A5


  • Sensore CMOS APS-C 24MP.

  • Shermo LCD 3" Touchscreen orientabile di 180°.

  • Filmati HIGH SPEED HD 1280x720 100p.


Per chi si stesse ponendo la domanda, ma se volessi spendere qualcosa in più?

Tranquillo caro lettore, ho pensato anche a questo.




Canon 80D


  • Sensore APS-C CMOS da 24,2 megapixel.

  • Tecnologia NFC. Collegati ad altri device utilizzando il Wi-Fi.


Nikon D5600


  • Sensore a 24 megapixel.

  • Monitor touchscreen ad angolazione variabile da 3.2” (8.1 cm) con ampio angolo di visione e alta risoluzione a 1.037 k punti.

  • Nikon SnapBridge: connessione Bluetooth 4 Low Energy.

  • Modo D-Movie: video Full HD e filmati time-lapse.

  • Autofocus a 39 punti molto preciso.


Per quanto riguarda le mirrorless:


Fujifilm X-T30


  • Sensore aps-c x-trans cmos 4 (bsi) da 26 mpixel e x-processor 4.

  • Mirino elettronico evf 2.36mp real-time e schermo lcd orientabile touchscreen da 3" 1.04mp.

  • Filmati 4k 30p e wifi per controllo remoto e trasferimento immagini a smarphone e tablet.


Siamo giunti al termine di questo articolo.

Vi rimando sul mio Podcast - Ilaria Rubino fotografia e crescita personale in cui nella puntata numero 8 parlo di questo argomento in maniera più approfondita.


Spero di averti tolto qualche dubbio e di essere stata utile nella tua scelta.

Scrivimi quale è stata la tua prima macchina fotografica e soprattutto se sono stata di aiuto.

Un abbraccio,

Ilaria



Non scattare quello che appare. Scatta quello che ti fa sentire. (David Alan Harvey)

0 visualizzazioni

© 2019-2020 Ilaria Rubino. All rights reserved

  • Grey Twitter Icon
  • Grey LinkedIn Icon
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon