CON QUALE MACCHINA FOTOGRAFICA INIZIARE?




L’importante non è la fotocamera, ma l’occhio. (Alfred Eisenstaedt)

Con quale macchina fotografica iniziare?


Questa è la domanda che si pongono tutte le persone che vogliono avvicinarsi al mondo fotografico. È una domanda che ci fa entrare nel caos più totale, a essere indecisi fino a un momento prima dell’acquisto. Questo perché il mercato fotografico è pieno di vari modelli che vanno dai top di gamma con tantissime funzioni e nuove tecnologie alle entry level, macchine fotografiche più economiche ma ottime per iniziare.

La scelta della macchina fotografica specialmente se è la prima in assoluto non è per niente facile.

Sarà lei successivamente a farci innamorare veramente della fotografia. Sì perché una macchina fotografica sbagliata per noi ci porterà ad accantonare questa passione.


Perciò sei da poco appassionato di fotografia o magari lo sei sempre stato e vuoi iniziare a fare sul serio? Continua a leggere e avrai le idee più chiare.


L’errore che fanno molti è cercare subito il meglio del meglio senza fissare un budget e soprattutto senza capire che non si può partire da professionisti del mestiere.

Per questo consiglio sempre di prendere una reflex entry level o una mirrolless per vari motivi che ora ti elencherò:


- Non sappiamo se sarà ciò che faremo per sempre e magari diventerà anche un lavoro oppure rimarrà una delle sfuggevoli passioni che vengono di tanto in tanto ma che andrà a perdere di entusiasmo di giorno in giorno.

- Non è la macchina fotografica a fare belle fotografie ma il fotografo!


Quest’ultimo è un concetto fondamentale da capire. Non serve spendere tantissimi soldi per fare belle fotografie, l’attrezzatura è solo un oggetto che rende possibile l’immagine che noi abbiamo nella nostra mente. Siamo noi a comandare la fotocamera non il contrario.


Una foto non si scatta, si crea. (Ansel Adams)

Ma che differenza c’è tra una reflex e una mirrorless?




Una reflex è composta da uno specchio che ha un’angolazione di 45° e riflette la luce proveniente dall’obiettivo verso il mirino (da qui il nome reflex). La luce entra nell’obiettivo, rimbalza sullo specchio riflettendosi in un pentaprisma e ti permette di vedere l’immagine dritta all’interno del mirino ottico. Quando scatti, lo specchio si alza liberando l’area davanti al sensore e facendo entrare la luce che impressionerà quest’ultimo.


Presenta un otturatore posizionato tra lo specchio ed il sensore, è una sorta di “tappo” che non fa entrare la luce nella fotocamera. Si tratta di un sistema di lamelle metalliche, oppure di tendine, regolate meccanicamente o elettronicamente, attivate dal pulsante di scatto. L’otturatore determina per quanto tempo la luce dovrà colpire il sensore; quindi il tempo di esposizione è direttamente legato all’otturatore. Nel momento in cui scatti, l’otturatore si apre e contemporaneamente lo specchio si alza, facendo entrare la luce che passa dall’obiettivo e quindi dal diaframma e va ad imprimersi sul sensore.


Il sistema mirrorless presente invece solo l’otturatore senza lo specchio, perciò

la luce entra attraverso l’obiettivo e arriva direttamente al sensore nel momento

in cui si scatta.


Perché dovresti acquistare una reflex piuttosto che una mirrorless o viceversa?


La scelta della fotocamera è data anche da una serie di fattori personali.

Devi capire che tipo di fotografia vorresti fare (sportiva, paesaggistica, notturna, reportage ecc)

Ci sono macchine e obiettivi adatti per ogni tipo di fotografia, così inizierai subito con una marcia in più!


La domanda che ruota in tutto ciò è; cosa è indispensabile per me?


- Hai bisogno dello schermo orientabile? Se la tua intenzione fosse di fare degli autoscatti o dei video riprendendo te stesso lo schermo orientabile a 180 gradi può essere molto comodo.

- Vorresti il WI-FI integrato per inviare subito al tuo smartphone le fotografie e pubblicarle sui social?


Ovviamente se la tua necessità fosse solo di avere il WI-FI e lo schermo orientabile per pubblicare online i tuoi scatti non ti consiglio di comprare una macchina fotografica ma scattare con uno smartphone.

Al giorno d’oggi infatti gli smartphone hanno una qualità molto elevata e spesso la differenza di qualità sui social non si riesce a percepire.

Certo non può sostituire una macchina fotografica ma può sostituirla nell’utilizzo comune, come per esempio scatti ricordo, viaggi e appunto social network. Molti influencer infatti lavorano solo con lo smartphone senza aver bisogno di un qualcosa in più.

Perché? Perché lo smartphone è piccolo, leggere e tascabile, infatti, lo si ha sempre a portata di mano e come abbiamo già detto hanno prestazioni ottime.

La fotocamera puoi dimenticarla il cellulare no.


Se volessi fare fotografia seriamente ti consiglio di guardare i tuoi scatti a casa davanti un computer e poi passare alla fase di post-produzione con i software adeguati come Photoshop o Lightroom. E ovviamente scattare con una macchina fotografica!

Attenzione! Perché una buona fotografia può essere rovinata da una pessima post-produzione.

La fase di post è altrettanto importante quanto la fase di composizione e scatto.

Ma questo argomento lo approfondiremo in un articolo dedicato.


Ora però andiamo subito al dunque.


Con quale macchina fotografica iniziare?


Di seguito vi elenco alcune reflex entry level ottime per iniziare a fare fotografia.

Il prezzo e tutte le caratteristiche tecniche puoi trovarli cliccando sul nome della fotocamera.




Canon 2000D


  • Sensore Canon CMOS APS-C Circa 24.1 megapixel 100 - 6400 + H: 12800.

  • Sistema AF a 9 punti 1 punto centrale a croce AF disponibile in modalità LiveView tramite AF a rilevamento del contrasto.

  • Wi-Fi integrato con Dynamic NFC.

  • Full HD (1080p, 30 fps) Con controllo manuale completo.


Nikon D3500


  • Sensore in formato DX da 24.2 megapixel.

  • Nikon SnapBridge: connessione sempre attiva con il proprio dispositivo smart.

  • FULL HD (1920x1080).

  • Sistema AF a 11 punti di messa a fuoco.


Alcune mirrorless:




Sony Alpha 6000


  • Fotocamera digitale Mirrorless Sony con sensore APS-C CMOR Exmor 24.3 megapixel.

  • Mirino OLED Tru-Finder ad alta risoluzione.

  • Flash integrato, display 3" LCD inclinabile 180°.


Fujifilm X-A5


  • Sensore CMOS APS-C 24MP.

  • Shermo LCD 3" Touchscreen orientabile di 180°.

  • Filmati HIGH SPEED HD 1280x720 100p.


Per chi si stesse ponendo la domanda, ma se volessi spendere qualcosa in più?

Tranquillo caro lettore, ho pensato anche a questo.




Canon 80D


  • Sensore APS-C CMOS da 24,2 megapixel.

  • Tecnologia NFC. Collegati ad altri device utilizzando il Wi-Fi.


Nikon D5600


  • Sensore a 24 megapixel.

  • Monitor touchscreen ad angolazione variabile da 3.2” (8.1 cm) con ampio angolo di visione e alta risoluzione a 1.037 k punti.

  • Nikon SnapBridge: connessione Bluetooth 4 Low Energy.

  • Modo D-Movie: video Full HD e filmati time-lapse.

  • Autofocus a 39 punti molto preciso.


Per quanto riguarda le mirrorless:


Fujifilm X-T30


  • Sensore aps-c x-trans cmos 4 (bsi) da 26 mpixel e x-processor 4.

  • Mirino elettronico evf 2.36mp real-time e schermo lcd orientabile touchscreen da 3" 1.04mp.

  • Filmati 4k 30p e wifi per controllo remoto e trasferimento immagini a smarphone e tablet.


Siamo giunti al termine di questo articolo.

Vi rimando sul mio Podcast - Ilaria Rubino fotografia e crescita personale in cui nella puntata numero 8 parlo di questo argomento in maniera più approfondita.


Spero di averti tolto qualche dubbio e di essere stata utile nella tua scelta.

Scrivimi quale è stata la tua prima macchina fotografica e soprattutto se sono stata di aiuto.

Un abbraccio,

Ilaria



Non scattare quello che appare. Scatta quello che ti fa sentire. (David Alan Harvey)

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Richiedi un preventivo
arrow&v

Il tuo modulo è stato inviato! Sarai contattato/a il più presto possibile. Grazie